Brevetti

 

Che cos'è?

"Possono costituire oggetto di brevetto per invenzione le invenzioni nuove che implicano un'attività inventiva e sono atte ad avere un'applicazione industriale". (Articolo 45 D.Lgs. n.30/2005).

Possono costituire un'invenzione un metodo o un processo di lavorazione industriale, una macchina, uno strumento, un utensile o un dispositivo meccanico, un prodotto o un risultato industriale; anche l'applicazione tecnica di un principio scientifico, purchè essa dia immediati risultati industriali. 

 

Perchè un brevetto?

Un brevetto serve a tutelare il proprio sapere ovvero la propria tecnologia, serve a battere la concorrenza e ad evitare che altri si affrettino a copiare quanto si è creato, sfruttando illecitamente il risultato di lunghe e costose ricerche.

Brevettare significa:

  • rendere di pubblico dominio il contenuto di un'invenzione e conferire all'inventore il diritto di sfruttamento, in regime di esclusiva, per un periodo determinato;
  • promuovere e potenziare l'interazione con l'industria, in termini di contatti, di interazione sinergica, di sviluppo;
  • porre le basi per la produzione di reddito addizionale, quale derivante dall'attività di trasferimento tecnologico dei prodotti/processi brevettati.
 

Titolarità

Il diritto al brevetto spetta all'autore dell'invenzione o del modello o ai suoi aventi causa. Possono brevettare i cittadini italiani e stranieri, le società, le associazioni o più individui collettivamente.

 

Utilizzazioni in forma attiva

Le utilizzazioni in forma attiva sono le utilizzazioni collegate allo sfruttamento del diritto di esclusiva brevettale:

  • azione contro i contraffattori: il titolare di un brevetto ha la facoltà di agire contro chiunque realizzi e/o utilizzi e/o commerci l'invenzione brevettata su tutto il territorio nazionale e allo scopo di meglio difendere i propri diritti il titolare di un brevetto può chiedere e spesso ottenere che nei riguardi dei contraffattori vengano adottati dei provvedimenti di urgenza (esempio sequestro e azione inibitoria);
  • cessione del brevetto: il titolare può alienare il brevetto stipulando con terzi un contratto di cessione;
  • licenza del brevetto: questa tipologia contrattuale prevede la concessione esclusiva o non esclusiva del diritto di realizzare, utilizzare e/o commercializzare il ritrovato del brevetto contro il versamento al titolare del brevetto di una royalty proporzionale generalmente al valore e al numero dei beni prodotti o venduti utilizzando il brevetto concesso in licenza.
 

Per ulteriori informazioni

 
 
 

Download

  • Documento in formato Microsoft WordModulo di comunicazione brevetto (91 KB) Il modulo è stato predisposto per il personale strutturato come adempimento previsto per gli inventori dall'art. 65 c. 1  del Codice della Proprietà Industriale. La comunicazione riguarda una domanda di brevetto già depositata o un brevetto già rilasciato
  • Documento in formato Microsoft WordModulo di cessione diritti brevettuali su invenzione(306 KB) Il modulo è stato predisposto per quegli inventori  intenzionati a cedere i diritti brevettuali sull'invenzione all'Università Politecnica delle Marche a fronte di una adeguata valorizzazione attraverso una strategia brevettuale.
  • Documento in formato Microsoft WordModulo di proposta cessione brevetto(103 KB) Il modulo è stato predisposto per formalizzare la proposta di cessione di un brevetto da parte dei titolari all'Università Politecnica delle Marche a fronte di una adeguata valorizzazione del brevetto stesso.
  • Documento in formato Adobe Acrobat Modulo richiesta informazioni brevettuali (219 KB) Il modulo è stato predisposto per richiedere informazioni sullo stato giuridico di alcuni brevetti o per effettuare ricerche di anteriorità per una specifica invenzione.
 
 
Contatti

 

Ufficio Brevetti e Relazioni con le Imprese

Divisione Ricerca e Innovazione

Via Oberdan, 8 - 60121 Ancona

Tel.  (+39) 071 220 2304

Fax  (+39) 071 220 2319

e-mail: ilo@univpm.it

 
 
 
 

Ultimo aggiornamento: 06-12-2017

Seguici sui Social Network
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Università Politecnica delle Marche P.zza Roma 22, 60121 Ancona - tel (+39) 071.220.1 - fax (+39) 071.220.3023 - e-mail info@univpm.it - P.I. 00382520427

Sito a cura del Centro Servizi Informatici