Dona all'UNIVPM il tuo 5 per mille

Sosteniamo la Ricerca dell'Università

 
locandina del cinque per mille
 
 
 

Perché destinare il 5x1000 all’Università Politecnica delle Marche

Sostenere il futuro delle nuove generazioni è possibile anche in occasione della dichiarazione dei redditi: tutti noi possiamo infatti decidere come impiegare una quota – il 5 per mille - delle imposte versate allo Stato.

 

E’ merito vostro se l’Università Politecnica delle Marche risulta tra le prime Università in Italia in termini di entità di contributi assegnati con il 5 per mille e finalizzati al finanziamento della ricerca scientifica.

 

Destinare il 5 per mille all'Università Politecnica delle Marche significa aiutare concretamente i giovani ricercatori ed affermare con convinzione che la ricerca è un bene comune e pubblico che abbiamo il dovere di proteggere e potenziare, investendo in qualità e risorse, perché è sulla ricerca che si basa il nostro avvenire.

 

Destinare il 5 per mille non costa nulla e non è una scelta alternativa all’attribuzione dell'otto per mille.

 

Come fare?

Destinare il 5 per mille è semplice: basta firmare nel riquadro Finanziamento della ricerca scientifica e dell’università della dichiarazione dei redditi, indicando il codice fiscale dell’Università Politecnica delle Marche 00382520427.

 

 

 
 

Come sono utilizzati i fondi?

Il nostro Ateneo utilizza e continuerà ad utilizzare i fondi raccolti per finanziare borse di studio per giovani talenti in formazione, i quali grazie ad un assegno di ricerca potranno sviluppare temi di grande rilevanza per la comunità quali, tra gli altri, la salute, la tutela dell’ambiente, lo sviluppo sostenibile.

 
 
 

Destinare il 5 per mille alla nostra Università è un investimento per i giovani, per il loro futuro.

 
 

Ultimo aggiornamento: 28-05-2017

Seguici sui Social Network
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Università Politecnica delle Marche P.zza Roma 22, 60121 Ancona - tel (+39) 071.220.1 - fax (+39) 071.220.3023 - e-mail info@univpm.it - P.I. 00382520427

Sito a cura del Centro Servizi Informatici