Corso di laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio

 

Sede: Ancona
Accesso: libero
Ordinamento: D.M. 270/04
Tipologia: Corso di Laurea Magistrale (2 anni)


 
 

Il Corso di Studio in breve


 

Il Corso di laurea magistrale in "Scienze Agrarie e del Territorio" forma professionisti specializzati nella gestione sostenibile delle produzioni vegetali, in contesti di agricoltura biologica ed integrata. Il corso si articola in due curricula: "Produzione e protezione delle colture" e "Agricoltura sociale". Il curriculum "Produzione e protezione delle colture" forma laureati in grado di gestire le produzioni vegetali in maniera innovativa, garantendo il migliore compromesso fra aspetti qualitativi e quantitativi, al fine di garantire il reddito dell'agricoltore nel rispetto dell'ambiente e della salute del consumatore. Il curriculum "Agricoltura sociale" forma una figura innovativa, al momento unica a livello nazionale, in grado di interfacciarsi in quelle strutture nelle quali l'agricoltura è vista non solo ai fini produttivi, ma anche come strumento per l'educazione e l'inserimento (agrinido, longevità attiva, disabilità) o il reinserimento (affetti da dipendenze) di categorie sociali deboli. 
Con queste tematiche ci si inserisce in un contesto di forze trainanti quali i cambiamenti delle istituzioni agricole, la liberalizzazione, la consapevolezza ambientale, e i processi di innovazione sociale per una crescita inclusiva, intelligente e sostenibile, previsti sia da Orizzonte Europa 2020, sia da Agenda Europa 2030. 
Il primo anno del corso offre insegnamenti per lo più comuni, che svilupperanno tematiche relative all'Agronomia di territorio, ai Sistemi colturali erbacei, all'Economia e alla politica agraria, alla Chimica e biochimica dei fitofarmaci, alla Tutela della biodiversità e del paesaggio, al Miglioramento genetico ed Ingegneria genetica, nonché al Vivaismo e Biotecnologie in arboricoltura. Sulla base delle nozioni acquisite dagli insegnamenti comuni, lo studente potrà, nel secondo anno, qualificarsi, approfondire diversi ambiti formativi specifici e sviluppare competenze tecniche sulle principali tematiche. Pertanto, nel secondo anno i due curricula si caratterizzano per percorsi specializzanti, orientati alla produzione e protezione delle colture (Viticoltura, Olivicoltura, Lotta biologica ed integrata, Difesa dalle fitopatie) oppure all'agricoltura sociale (Ortoflorofrutticoltura sociale, Benessere e sviluppo in agricoltura sociale, Disagio psichico e prospettive di integrazione sociale e Zootecnia sociale). 
Il laureato del CdS si pone al centro del sistema agricolo come protagonista dell'innovazione nel rispetto della tradizione ed è in grado di interfacciarsi con strutture pubbliche e private, per contribuire direttamente o indirettamente ad uno sviluppo sociale sostenibile.

 

Profilo professionale e sbocchi occupazionali


 

Laureato Magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio specializzato nella Produzione e protezione delle colture

 

Funzione in un contesto di lavoro:
Il Laureato Magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio specializzato nella Produzione e protezione delle colture potrà svolgere le seguenti funzioni:
- Direttore di enti pubblici e imprese private nel settore agrario e, in qualità di libero professionista/consulente, gestione di tutti gli aspetti tecnici ed economici relativi al settore agricolo;
- Direttore di organismi finalizzati al controllo degli aspetti qualitativi dei prodotti agricoli;
- Direttore o consulente di aziende agricole di piccole, medie e grandi dimensioni con indirizzo produttivo tradizionale, integrato, biologico, o innovativo per tutte le specie (erbacee e arboree) coltivate;
- Direttore o consulente di aziende vivaistiche e sementiere di piccole, medie e grandi dimensioni finalizzate alla produzione vivaistica di piante e semi certificati;
- Direttore o consulente di aziende di ricerca e sperimentazione, pubbliche e private, di piccole, medie e grandi dimensioni, finalizzate allo sviluppo di innovazioni nella biologia, chimica, genetica, biotecnologie, meccanica, agronomia, arboricoltura e protezione delle piante;
- Direttore o consulente di organismi finalizzati alla gestione del patrimonio naturale (Parchi e riserve naturali);
- Direttore di aziende di servizi del settore pubblico finalizzati alla gestione del territorio e delle risorse naturali (Regione, Unioni Montane);
- Consulente in enti nazionali o internazionali per programmi di aiuti a paesi in via di sviluppo;
- Ricercatore presso Enti pubblici (Università, CREA, CNR, ENEA, ISPRA, ISEA etc.) ed imprese private;
- Consulente per attività bancarie e assicurative nel settore agrario presso istituti di credito e/o assicurazioni.

Il Laureato Magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio specializzato nella Produzione e protezione delle colture sarà particolarmente predisposto a svolgere le funzioni di:
- Ispettore del Servizio Fitosanitario, per la verifica dell'applicazione sul territorio delle direttive fitosanitarie nazionali e comunitarie, l'effettuazione di controlli fitosanitari e di vigilanza, nonché lo svolgimento di indagini sistematiche e periodiche;
- Consulente per le aziende agricole e agli Enti pubblici e privati in campo olivicolo, frutticolo e viticolo-enologico;
- Consulente per le aziende del settore agrochimico nell'applicazione di agrofarmaci per la protezione delle colture in agricoltura integrata e biologica.

 

Competenze associate alla funzione:
Il Laureato Magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio specializzato nella Produzione e protezione delle colture avrà le specifiche competenze:
- Competenza nelle produzioni agrarie tradizionali, integrate, biologiche e innovative;
- Competenza nella definizione di piani colturali e di miglioramento aziendale e produttivo;
- Competenza nel miglioramento genetico e nell'applicazione delle biotecnologie per la creazione, sviluppo, tracciabilità e certificazione genetica di nuove varietà di piante coltivate;
- Competenza nei processi produttivi legati al rispetto delle misure ambientali e della sostenibilità dei sistemi agricoli;
- Competenza nella gestione delle aree protette, della tutela e gestione della biodiversità e del paesaggio.
- Competenza nel controllo fitosanitario delle produzioni vivaistiche e sementiere;
- Competenze sulle produzioni vegetali e sulla loro protezione in campo e in postraccolta.

 

Sbocchi occupazionali:
II Laureato Magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio specializzato nella Produzione e protezione delle colture può accedere ai seguenti sbocchi occupazionali in qualità di consulente/ libero professionista o dipendente di:
- Aziende agricole private di piccole, medie e grandi dimensioni, interessate allo sviluppo di innovazione, alla coltivazione, alla gestione, lavorazione, commercializzazione di prodotti agroalimentari di qualità certificata;
- Aziende pubbliche e private che operano nella ricerca e produzione dei settori dell'industria meccanica, ingegneristica, agrochimica, zootecnica, genetica, biotecnologica e della bioenergia;
- Associazione di produttori agricoli, organizzazioni professionali e enti di categoria;
- Enti pubblici (Ministeri, Assessorati regionali e provinciali all'agricoltura e all'ambiente, Associazioni professionali di categoria);
- Laboratori che svolgono servizi di analisi fisiche, chimiche, biologiche e fitosanitarie;
- Organismi nazionali e internazionali governativi e non governativi che operano nel settore agricolo per programmi di aiuti a Paesi in via di transizione e di sviluppo (FAO, WORLD BANK, ecc.).
Inoltre, il Laureato Magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio specializzato nella Produzione e protezione delle colture potrà trovare occupazione nei settori della certificazione fitosanitaria delle specie ortive e arboree, nella gestione di aziende viticole ed olivicole, nelle aziende produttrici di agrofarmaci, nei Servizi Fitosanitari Nazionale e Regionali e in generale nella consulenza fitosanitaria.
Il laureato magistrale in possesso dei requisiti previsti dalla normativa vigente potrà partecipare alle prove di accesso ai percorsi di formazione del personale docente per le Scuole secondarie di I e II grado. 
Il corso consente di partecipare all'esame di stato per l'accesso alla professione di dottore agronomo e dottore forestale.

 

 

Laureato Magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio specializzato in Agricoltura sociale

 

Funzione in un contesto di lavoro:
Il Laureato Magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio specializzato in Agricoltura sociale potrà svolgere le seguenti funzioni:
- Direttore di enti pubblici e imprese private nel settore agrario e, in qualità di libero professionista/consulente, gestione di tutti gli aspetti tecnici ed economici relativi al settore agricolo;
- Direttore di organismi finalizzati al controllo degli aspetti qualitativi dei prodotti agricoli;
- Direttore o consulente di aziende agricole di piccole, medie e grandi dimensioni con indirizzo produttivo tradizionale, integrato, biologico, o innovativo per tutte le specie (erbacee e arboree) coltivate;
- Direttore o consulente di aziende vivaistiche e sementiere di piccole, medie e grandi dimensioni finalizzate alla produzione vivaistica di piante e semi certificati;
- Direttore o consulente di aziende di ricerca e sperimentazione, pubbliche e private, di piccole, medie e grandi dimensioni, finalizzate allo sviluppo di innovazioni nella biologia, chimica, genetica, biotecnologie, meccanica, agronomia, arboricoltura e protezione delle piante;
- Direttore o consulente di organismi finalizzati alla gestione del patrimonio naturale (Parchi e riserve naturali);
- Direttore o consulente di aziende di servizi del settore pubblico finalizzati alla gestione del territorio e delle risorse naturali (Regione, Unioni Montane);
- Consulente in enti nazionali o internazionali per programmi di aiuti a paesi in via di sviluppo;
- Ricercatore presso Enti pubblici (Università, CREA, CNR, ENEA, ISPRA, ISEA etc.) ed imprese private;
- Consulente per attività bancarie e assicurative nel settore agrario presso istituti di credito e/o assicurazioni.

Il Laureato Magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio specializzato in Agricoltura sociale sarà particolarmente predisposto a svolgere le funzioni di:
- Direttore o consulente di aziende agricole di piccole, medie e grandi dimensioni operanti nel settore del recupero e della gestione di categorie deboli, interfacciandosi con gli utenti e gli altri operatori professionali;
- Consulente per le aziende operanti nel campo dell'agricoltura sociale, quali le cooperative sociali di tipo A e B, contribuendo alla programmazione di attività complesse.

 

Competenze associate alla funzione:
Il Laureato Magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio specializzato in Agricoltura sociale avrà le specifiche competenze che gli consentiranno di svolgere i seguenti ruoli professionali:
- Competenza nelle produzioni agrarie tradizionali, integrate, biologiche e innovative;
- Competenza nella definizione di piani colturali e di miglioramento aziendale e produttivo;
- Competenza nel miglioramento genetico e nell'applicazione delle biotecnologie per la creazione, sviluppo, tracciabilità e certificazione genetica di nuove varietà di piante coltivate;
- Competenza nei processi produttivi legati al rispetto delle misure ambientali e della sostenibilità dei sistemi agricoli;
- Competenza nella gestione delle aree protette, della tutela e gestione della biodiversità e del paesaggio.
- Competenza delle problematiche dell'agricoltura sociale con la capacità di interfacciarsi con le altre figure professionali coinvolte;
- Competenza nel supportare la definizione e lo sviluppo di politiche di settore nel campo dell'agricoltura sociale per aziende singole o associate, enti pubblici e organizzazioni no profit.

 

Sbocchi occupazionali:
II Laureato Magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio specializzato in Agricoltura sociale può accedere ai seguenti sbocchi occupazionali in qualità di consulente/ libero professionista o dipendente di:
- Aziende agricole private di piccole, medie e grandi dimensioni, interessate allo sviluppo di innovazione, alla coltivazione, alla gestione, lavorazione, commercializzazione di prodotti agroalimentari di qualità certificata;
- Aziende pubbliche e private che operano nella ricerca e produzione dei settori dell'industria meccanica, ingegneristica, agrochimica, zootecnica, genetica, biotecnologica e della bioenergia;
- Associazione di produttori agricoli, organizzazioni professionali e enti di categoria;
- Enti pubblici (Ministeri, Assessorati regionali e provinciali all'agricoltura e all'ambiente, Associazioni professionali di categoria);
- Laboratori che svolgono servizi di analisi fisiche, chimiche, biologiche e fitosanitarie;
- Organismi nazionali e internazionali governativi e non governativi che operano nel settore agricolo per programmi di aiuti a Paesi in via di transizione e di sviluppo (FAO, WORLD BANK, ecc.).
Inoltre, il Laureato Magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio specializzato in Agricoltura sociale potrà trovare occupazione nelle aziende agricole sociali, interagendo sia con categorie deboli, sia con altri professionisti, nonché in altre aziende ed enti pubblici o privati che operano in ambito sociale.
I laureati magistrali in possesso dei requisiti previsti dalla normativa vigente potranno partecipare alle prove di accesso ai percorsi di formazione del personale docente per le Scuole secondarie di I e II grado. 
Il corso consente di partecipare all'esame di stato per l'accesso alla professione di dottore agronomo e dottore forestale.

 
 
 
 
Regolamento didattico del corso
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Procedure On Line

procedura di gestione della carriera studenti, e seleziona il servizi on line disponibili

 
  • Immatricolazione
  • Pagamento Tasse
  • Prenotazione esami
  • Bacheca Appelli .....