INVESTI NELLA RICERCA, INVESTI NEL FUTURO

Dona il tuo 5 per mille a UNIVPM

 
cinque per mille alla ricerca
 
 

Perchè destinare il 5 per mille all'Università Politecnica delle Marche?

Mai come in questo momento si comprende il valore dello studio e della ricerca scientifica.
Il contributo di ognuno diventa fondamentale per valorizzare e potenziare con risorse nuove il lavoro attento e appassionato dei giovani ricercatori al servizio della COMUNITA’.

 

Il nostro Ateneo quest’anno entra per la prima volta tra le migliori mille università del mondo su oltre 20mila censite nel 17/o QS World University Rankings. I nostri laureati hanno performance migliori della media italiana per tassi di occupabilità e livello retributivo (dati Almalaurea 2020). È anche grazie al vostro sostegno se il nostro Ateneo e i nostri ragazzi hanno raggiunto questi importanti traguardi! 

  

In occasione della dichiarazione dei redditi tutti noi possiamo decidere come impiegare una quota – il 5 per mille - delle imposte versate allo Stato. E' vostro il merito se l’Università Politecnica delle Marche continua a risultare tra le prime Università pubbliche in Italia in termini di entità di contributi assegnati con il 5 per mille. 

Dar forza alla ricerca con il 5 per mille non costa nulla e non è una scelta alternativa all'8 per mille

Come fare?

Destinare il 5 per mille è semplice: basta firmare nel riquadro Finanziamento della ricerca scientifica e dell’università della dichiarazione dei redditi, indicando il Codice Fiscale dell’Università Politecnica delle Marche

00382520427

 

Come sono utilizzati i fondi?

Il nostro Ateneo continuerà ad utilizzare i fondi raccolti dal 5 per mille per sostenere la ricerca e, soprattutto, i giovani che studiano e lavorano nell’Ateneo, alimentando la costituzione di un apposito Fondo intitolato a Carlo Urbani, medico laureato nel nostro Ateneo che ha contribuito, con le sue ricerche ed impegno, a scoprire e contenere l’epidemia da SARS.

 
 

Destinare il 5 per mille a UNIVPM significa credere nei giovani e nel loro futuro.