Soggiorno estero

 

Durante il triennio, i dottorandi possono svolgere parte della propria attività di ricerca presso Università o Enti stranieri, previa autorizzazione del Collegio dei Docenti.
Nel caso di dottorandi borsisti l’importo della borsa di studio è aumentato del 50%. I periodi, di durata minima di 30 giorni, non possono complessivamente superare i 18 mesi.
Il Coordinatore del Corso invia al Rettore, per il tramite della Ripartizione Dottorato di Ricerca, l’autorizzazione corredata della richiesta ai fini dell’incremento della borsa di studio, prima dell’inizio del soggiorno all’estero.
L'aumento della borsa è erogato in rate mensili posticipate; entro il 10 di ogni mese il Coordinatore del Corso invia alla Ripartizione Dottorato di Ricerca l’attestato di frequenza relativo all'effettivo svolgimento del periodo di attività all'estero relativo al mese precedente (Esempio: entro il 10 di Aprile attesta la frequenza all'estero relativa al mese di Marzo, quindi con la borsa di studio di Aprile è erogata la maggiorazione relativa al soggiorno estero svolto a Marzo).
L'autorizzazione e gli attestati mensili sono inviati alla Ripartizione Dottorato di Ricerca utilizzando il modello scaricabile nella sezione "modulistica per docenti e strutture".
L’aumento della borsa non è previsto per periodi di soggiorno presso il Paese di origine, effettuati da dottorandi laureati in università estere titolari di borsa di studio.

 
 
Contatti:

Ufficio Dottorato di Ricerca

Via Oberdan, 8 - 60122  Ancona

Tel: +39 071 2202217 - 2202356 - 2202443

Fax: +39  071 2202308
email: dottorato@sm.univpm.it