Corso di Laurea Magistrale in Management della Sostenibilità ed Economia Circolare 

 

Il Corso di Studio in breve

Il corso di laurea magistrale di carattere economico-aziendale in MANAGEMENT DELLA SOSTENIBILITA' ED ECONOMIA CIRCOLARE mira a formare esperti nell'ambito della gestione della sostenibilità aziendale, declinata nelle sue dimensioni caratterizzanti di tipo economico-finanziario, sociale, ambientale e di governance.
I laureati potranno operare nel mercato del lavoro quali aziendali quali manager, consulenti, esperti qualità o analisti di politiche di sostenibilità.
Il corso, ideato seguendo una logica marcatamente interdisciplinare e focalizzata sul tema della sostenibilità, prevede una adeguata preparazione manageriale, impostata su discipline appartenenti agli ambiti economico-aziendale, economico, matematico-statistico e giuridico, affiancata a competenze ingegneristiche, agrario-ambientali e sociologiche che caratterizzano e completano il profilo.

 

Profilo professionale e sbocchi occupazionali

MANAGER SPECIALISTA IN GESTIONE, ORGANIZZAZIONE E ACCOUNTABILITY PER AZIENDE ORIENTATE ALLA SOSTENIBILITA' 

Funzione in un contesto di lavoro:
I laureati in MANAGEMENT DELLA SOSTENIBILITA' ED ECONOMIA CIRCOLARE acquisiranno formazione specifica utile a svolgere attività, quale manager specialista, su tematiche socio-ambientali inerenti la gestione, reporting e comunicazione delle politiche di sostenibilità aziendali. I laureati dovranno quindi essere in grado di dialogare con tutti gli stakeholder conoscendo teorie e strumenti di accountability, comprendendo la regolamentazione normativa riguardante i vincoli sociali e ambientali.
La figura professionale quindi:
- contribuisce allo sviluppo e diffusione di una cultura centrata sulla sostenibilitàall'interno dell'azienda, incentivando l'implementazione di concetti, metodi e strumenti di CSR nelle varie funzioni aziendali  - c.d. CSR manager;
- svolge attività manageriale (marketing, acquisti, amministrazione, design, ecc.) in ottica di sostenibilità aziendale - c.d. manager con sustainability skills;
- si occupa di proporre e implementare soluzioni a problematiche legate all'uso delle risorse (es. terreni, acqua, risorse ittiche, petrolio, gas), all'inquinamento, alla gestione/smaltimento dei rifiuti (es. modalità di raccolta ottimale) e alla gestione degli impatti sociali al fine di supportare l'implementazione di modelli di gestione aziendale sostenibile;
- contribuisce alla definizione di indirizzi strategici e direzionali sostenibili;
- definisce e implementa strumenti di reporting non finanziario e di accountability;
- coordina l'eventuale gruppo di lavoro aziendale sia per gli aspetti di ricerca empirica (reperimento e/o rilevazione dei dati) sia per quelli di analisi teorica;
- si occupa di analizzare e proporre alternative di gestione delle risorse (es. suoli, aria, beni comuni) evidenziandone i rispettivi valori economici e rischi;
- riconosce e valuta economicamente le problematiche socio-ambientali associate alle diverse opzioni strategiche aziendali;
- collabora con esperti di altre discipline per organizzare e progettare la miglior gestione di aziende o di risorse aziendali, curando il reperimento dei dati necessari e la loro analisi. 

Competenze associate alla funzione:

La funzione di cui sopra richiede una ampia capacità di comprensione dei meccanismi dei mercati, delle strategie e dei processi aziendali unita alla capacità di saper trarre conoscenze da dati qualitativi e quantitativi ed a capacità di comunicazione e soft skill.
In dettaglio, tra le principali competenze associate è possibile elencare:
- competenze per analizzare temi interdisciplinari necessari per effettuare analisi economiche e aziendali su tematiche economiche, sociali e ambientali;
- capacità analitica e concettuale per comprendere, analizzare e risolvere problemi relativi all'analisi economica e di sostenibilità delle strategie d'impresa, al posizionamento dei prodotti, alla sostenibilità del modello di business aziendale, ai processi produttivi, ai modelli di utilizzo delle risorse e alla struttura competitiva dei mercati;
- competenze utili per la comprensione dei trend di mercato e aziendali e per la valutazione di impatto economico-sociale-ambientale e di strategie, tattiche e azioni aziendali;
- competenze economico-aziendali utili per l'individuazione e implementazione di concetti, metodi e strumenti necessari e utili alla gestione della sostenibilita' economica, finanziaria, sociale e ambientale;
- competenze nell'analisi, predisposizione e interpretazione della reportistica aziendale in materia di sostenibilita';
- competenze statistiche per effettuare e comprendere dati statistico-economici su tematiche economiche e socio-ambientali;
- competenze giuridiche specialistiche nell'area del diritto ambientale e dell'energia;
- competenze di tipo economico, tecnico, sociologico e ambientale utili a interagire con gli stakeholders aziendali;
- competenze utili per confrontarsi con esperti di altre discipline per organizzare e progettare la miglior strategia di sviluppo sostenibile;
- competenze linguistiche legate a saper comunicare efficacemente e soft skill legate alla capacità di ascolto, interazione e di presentazione in pubblico. 

Sbocchi occupazionali: 

- aziende private e pubbliche, con funzioni intermedie o apicali di gestione;
- aziende bancarie, fondi di investimento e altri intermediari finanziari con politiche centrate sulla sostenibilita' (c.d. finanza etica).

  

CONSULENTE ECONOMICO-SOCIALE-AMBIENTALE E CSR

Funzione in un contesto di lavoro: 
I laureati in MANAGEMENT DELLA SOSTENIBILITA' ED ECONOMIA CIRCOLARE acquisiranno formazione specifica utile a svolgere attivita' libero-professionali in ambito di corporate social responsability. Pertanto, opereranno quali consulenti in materia di gestione, reporting e comunicazione delle politiche di sostenibilita' aziendali. I laureati dovranno quindi essere in grado di dialogare con tutti gli stakeholder conoscendo teorie e strumenti di accountability, comprendendo la regolamentazione normativa riguardante i vincoli sociali e ambientali.
La figura professionale quindi:
- si occupa di offrire consulenza su problematiche legate all'uso delle risorse (es. terreni, acqua, risorse ittiche, petrolio, gas), all'inquinamento, alla gestione/smaltimento dei rifiuti (es. modalita' di raccolta ottimale) e alla gestione degli impatti sociali al fine di supportare l'implementazione di modelli di gestione aziendale sostenibile;
- contribuisce allo sviluppo e diffusione di una cultura centrata sulla sostenibilita' all'interno dell'azienda, supportando l'implementazione di concetti, metodi e strumenti di CSR nelle varie funzioni aziendali - c.d. CSR manager;
- realizza stime di valutazione economica di danno ambientale/sociale e/o valore economico totale di beni ambientali o assimilabili;
- supporta la definizione di indirizzi strategici e direzionali sostenibili;
- supporta l'implementazione di strumenti di reporting non finanziario e di accountability;
- svolge attivita' di assurance di bilanci di sostenibilita', report integrati, report globali, dichiarazioni non finanziari o di altri strumenti di non-financial reporting;
- coordina l'eventuale gruppo di lavoro aziendale sia per gli aspetti di ricerca empirica (reperimento e/o rilevazione dei dati) sia per quelli di analisi teorica;
- si occupa di analizzare e proporre alternative di gestione delle risorse (es. suoli, aria, beni comuni) evidenziandone i rispettivi valori economici e rischi;
- riconosce e valuta economicamente le problematiche socio-ambientali associate alle diverse opzioni strategiche aziendali;
- collabora con esperti di altre discipline per organizzare e progettare la miglior gestione di aziende o di risorse aziendali, curando il reperimento dei dati necessari e la loro analisi 

Competenze associate alla funzione:

La funzione di cui sopra richiede una ampia capacità di comprensione dei meccanismi dei mercati, delle strategie e dei processi aziendali unita alla capacità di saper trarre conoscenze da dati qualitativi e quantitativi ed a capacità di comunicazione e soft skill.
In dettaglio, tra le principali competenze associate è possibile elencare:
- competenze per analizzare temi interdisciplinari necessari per effettuare analisi economiche e aziendali su tematiche economiche, sociali e ambientali;
- capacità analitica e concettuale per comprendere, analizzare e supportare la risoluzione di problemi relativi all'analisi economica e di sostenibilità delle strategie d'impresa, al posizionamento dei prodotti, alla sostenibilita' del modello di business aziendale, ai processi produttivi, ai modelli di utilizzo delle risorse e alla struttura competitiva dei mercati;
- competenze utili per la comprensione dei trend di mercato e aziendali e per la valutazione di impatto economico-sociale-ambientale e di strategie, tattiche e azioni aziendali;
- competenze economico-aziendali utili per l'individuazione e implementazione di concetti, metodi e strumenti necessari e utili alla gestione della sostenibilita' economica, finanziaria, sociale e ambientale;
- competenze nell'analisi, predisposizione e interpretazione della reportistica aziendale in materia di sostenibilità nonché utili all'assurance della stessa reportistica;
- competenze statistiche per effettuare e comprendere dati statistico-economici su tematiche economiche e socio-ambientali;
- competenze giuridiche specialistiche nell'area del diritto ambientale e dell'energia;
- competenze di tipo economico, tecnico, sociologico e ambientale utili a interagire con gli stakeholders aziendali;
- competenze utili per confrontarsi con esperti di altre discipline per organizzare e progettare la miglior strategia di sviluppo sostenibile;
- competenze linguistiche legate a saper comunicare efficacemente e soft skill legate alla capacità di ascolto, interazione e di presentazione in pubblico. 

Sbocchi occupazionali: 

- societa' di consulenza nazionali e internazionali;
- societa' di revisione e assurance.

 

ESPERTO IN GESTIONE DELLA QUALITÀ INTEGRATA

Funzione in un contesto di lavoro:

I laureati in MANAGEMENT DELLA SOSTENIBILITA' ED ECONOMIA CIRCOLARE acquisiranno formazione specifica utile a collaborare con aziende, quale dipendente o libero-professionista, nell'ambito di progetti di gestione e certificazione di qualita' integrata (processi, ambiente, responsabilita' sociale, ecc.). I laureati dovranno quindi essere in grado di comprendere i processi e le specificita' aziendali nonche' la relativa regolamentazione normativa riguardante i vincoli sociali e ambientali.
La figura professionale:
- verifica parametri di qualita' in ambito socio-ambientale, tenendo conto di aspetti economici e legislativi;
- offre adeguato supporto metodologico e tecnico ai responsabili (interni ed esterni alle aziende) delle iniziative finalizzate alla certificazione ISO socio-ambientale e di processo. Conseguentemente, collaborera' alla definizione, analisi, rappresentazione e controllo di processi in ottica di qualita' integrata;
- si occupa dell'ottenimento e del mantenimento delle certificazioni di qualita' (ISO 9000, ISO 14000) nonche' delle relative attivita' di audit. 

Competenze associate alla funzione:

La funzione di cui sopra richiede una ampia capacità di comprensione dei processi aziendali unita alla capacità di saper trarre conoscenze da dati qualitativi e quantitativi ed a capacità di comunicazione e soft skill.
In dettaglio, tra le principali competenze associate è possibile elencare:
- competenze per analizzare temi interdisciplinari necessari per effettuare analisi economiche e aziendali su tematiche economiche, sociali e ambientali;
- capacità analitica e concettuale per comprendere e analizzare in ottica di quality assurance la sostenibilità del modello di business aziendale, dei processi produttivi e dei modelli di utilizzo delle risorse;
- competenze utili per la valutazione di impatto economico-sociale-ambientale e di strategie, tattiche e azioni aziendali;
- competenze linguistiche legate a saper comunicare efficacemente e soft skill legate alla capacità di ascolto, interazione e di presentazione in pubblico.

Sbocchi occupazionali: 

- aziende private e pubbliche, nell'ambito della funzione assicurazione qualita' - quality manager
- societa' di consulenza in assicurazione qualita'
- consulente o auditor di Sistemi di Gestione di Qualita' Aziendale. 

 

ANALISTA ECONOMICO-SOCIO-AMBIENTALE

Funzione in un contesto di lavoro: 
I laureati in MANAGEMENT DELLA SOSTENIBILITA' ED ECONOMIA CIRCOLARE acquisiranno formazione specifica utile a collaborare con aziende ed Enti quale analista di contesti e mercati complessi in ottica di sostenibilita' ed economia circolare. I laureati dovranno quindi essere in grado di comprendere gli impatti di politiche sociali e ambientali orientate alla sostenibilita', nonche' la regolamentazione normativa collegata. La figura professionale quindi:
- si occupa di impatti economici, sociali e ambientali, diretti e indiretti, presenti e futuri, associati alla programmazione e pianificazione sostenibile, individuando possibili alternative;
- si occupa del recepimento di politiche emanate in campo sociale e ambientale impattanti su imprese di diversa natura, al fine di verificare e promuovere lo sviluppo sostenibile in progetti di diversa natura;
- si occupa di analizzare e proporre alternative di gestione delle risorse (es. suoli, aria, beni comuni) evidenziandone i rispettivi valori economici anche nell'ottica di proporre opportuni schemi tariffari laddove richiesti/pertinenti;
- svolge attivita' di stima degli impatti economici, ambientali e sociali, con valutazione di risultati quantitativi o qualitativi. Ottima conoscenza e capacita' di applicazione dei metodi di valutazione diretti (basati su analisi delle preferenze espresse da cittadini o altre unita' di riferimento) e di quelli indiretti (basati sulle preferenze rivelate);
- si occupa di pianificare interventi ad alto impatto ambientale e sociale sul territorio, monitorando i vincoli ambientali definiti e promuovendo elementi di sviluppo sostenibile;
- coordina lo svolgimento di attivita' di ricerca, sia teorica che empirica a supporto di specifici fabbisogni conoscitivi;
- collabora con esperti di altre discipline per organizzare e progettare la miglior gestione di risorse pubbliche e private, curando il reperimento dei dati necessari e la loro analisi. 

Competenze associate alla funzione:

La funzione di cui sopra richiede una ampia capacità di comprensione dei meccanismi dei mercati e del comportamento degli attori economici unita alla capacità di saper trarre conoscenze da dati qualitativi e quantitativi ed a capacità di comunicazione e soft skill.
In dettaglio, tra le principali competenze associate è possibile elencare:
- competenze per analizzare temi interdisciplinari necessari per effettuare analisi economiche su tematiche sociali e ambientali;
- competenze per la predisposizione e l'esecuzione di campagne di rilevamento, elaborazione e interpretazione dei dati sugli aspetti fisici, naturalistici, degli ecosistemi e delle popolazioni ai fini della scelta delle strategie per la tutela e la valorizzazione e dei relativi criteri di gestione, delle risorse territoriali e ambientali;
- competenze per riconoscere e valutare le problematiche sociali, ambientali ed economiche associate a usi alternativi delle risorse sia dal punto di vista dell'offerta sia da quello della domanda;
- capacità di pianificazione di progetti complessi di sviluppo sostenibile attraverso l'analisi di elementi finanziari, economici e normativi;
- competenze utili per la comprensione dei trend di mercato e per la valutazione di impatto economico-sociale-ambientale e di policy;
- competenze statistiche per effettuare e comprendere dati statistico-economici su tematiche economiche e socio-ambientali;
- competenze giuridiche specialistiche nell'area del diritto ambientale e dell'energia;
- competenze di tipo economico, tecnico, sociologico e ambientale utili a interagire con i principali attori di un territorio-comunità sociale;
- competenze utili per confrontarsi con esperti di altre discipline coinvolte in progetti e ricerche sulla sostenibilità;
- competenze linguistiche legate a saper comunicare efficacemente e soft skill legate alla capacità di ascolto, interazione e di presentazione in pubblico. 

Sbocchi occupazionali: 

- pubbliche amministrazioni, aziende pubbliche, enti o agenzie internazionali, nazionali o locali di indagine ed analisi applicata nel campo dell'economia;
- enti di ricerca e studio.

 
 
 
+ Info dalla Facoltà
 
 
Scheda Unica Annuale

La SUA contiene tutte le informazioni di dettaglio sul corso; è uno strumento attraverso il quale il corso ottiene l’accreditamento ministeriale.