Iscrizione anni successivi al primo

Anno accademico 2019/20

 

 

Dal 15 luglio al 5 novembre 2019 


L'iscrizione si completa normalmente nel momento in cui si provvede al pagamento della prima rata di tasse che può essere effettuato tramite MAV (scaricabile dall'area riservata) o tramite il sistema PagoPA. 

Dopo il 5 novembre con contributo di mora ordinaria di € 50,00.

 

 - Opzione iscrizione a Tempo Parziale anni successivi al primo

 

E' stata estesa la possibilità di optare per la modalità di iscrizione in regime di part-time anche agli studenti iscritti ad anno successivi al primo, purchè in corso.

Per ogni anno di corso allo studente part-time è applicata una riduzione del 50% del contributo onnicomprensivo CO (determinato secondo le modalità previste dall'art. 3 del Regolamento relativo alla contribuzione studentesca)  

Lo studente deve presentare apposita istanza di variazione (vai a modulistica)  dal regime full-time a part-time in segreteria studenti entro il 5 novembre 2019.

 

 

Studenti laureandi dopo il 5 novembre

Agli studenti  che presentano nei termini previsti domanda di laurea  e che non  rinnovano l'iscrizione entro il 5 novembre è concessa, nel caso in cui non conseguano il titolo, la possibilità di iscriversi al fuori corso entro il 31 marzo 2020 .

(Nota Bene: si ricorda comunque che per sostenere esami nelle sessione dell'anno accademico 2019/20 è necessario aver regolarizzato prima l'iscizione per il corrente anno. In caso contrario gli esami saranno annullati)

 

Studenti stranieri

Gli studenti stranieri debbono  consegnare alla Segreteria Studenti copia del permesso di soggiorno rinnovato ovvero copia della richiesta di rinnovo.
Il permesso di soggiorno scaduto blocca la carriera scolastica dell'interessato.

 

Studenti in situazione di handicap

Qualora lo studente  voglia avvalersi di quanto previsto dalla L. 104/92 ( Legge quadro per l'assistenza, integrazione sociale e diritti delle persone in situazioni di handicap) e successive modificazioni, è tenuto a presentare la copia della certificazione rilasciata dalla commissione medica competente per territorio comprovante il tipo di invalidità e/o il grado di handicap riconosciuto, per consentire la rimozione di ogni possibile ostacolo nello svolgimento dei successivi adempimenti amministrativi e didattici.