Corso di Laurea Magistrale in Scienze Riabilitative delle Professioni Sanitarie

 

Il Corso di Studio in breve

ll Corso di Laurea Magistrale in Scienze Riabilitative delle Professioni Sanitarie (CLM) ha l'obiettivo di fornire una formazione culturale e professionale avanzata per intervenire con elevate competenze nei processi assistenziali, gestionali, formativi e di ricerca negli ambiti pertinenti alle diverse professioni sanitarie ricomprese nella Classe (Podologo, Fisioterapista, Logopedista, Ortottista-assistente di oftalmologia, Tecnico della Riabilitazione Psichiatrica, Terapista Occupazionale, Educatore Professionale, Terapista della neuro-psicomotricità età evolutiva).
Il Corso ha durata biennale, è quantificato in 120 Crediti Formativi Universitari (CFU) con frequenza obbligatoria.
I corsi sono articolati nelle seguenti modalità formative:
a. Didattica formale: lezioni frontali, seminari;
b. Didattica non formale: attività tutoriale, interattiva con piccoli gruppi di studenti e coordinata da un docente. L'apprendimento è stimolato attraverso dall'analisi di problemi;
c. Attività a scelta dello studente: attività elettive organizzate dall'Ateneo, partecipazione a convegni o altre attività conformi al relativo Regolamento che portino al conseguimento di 6 CFU totali;
d. Attività di tirocinio: pianificazione e realizzazione di un progetto specifico per ogni studente e pertinente ad uno degli ambiti formativi del corso di studi, approvato dal responsabile e svolto presso sedi convenzionate e sotto la supervisione di un Tutor;
e. Laboratorio: attività propedeutica al tirocinio e volta ad approfondire alcune tematiche nelle aree di interesse del percorso formativo.
La frequenza alle attività teoriche è obbligatoria; per essere ammesso a sostenere le prove di profitto lo studente deve aver frequentato almeno il 70% delle attività di didattica formale e non formale programmate. Per il tirocinio e per il laboratorio è prevista la frequenza obbligatoria per il 100% delle attività programmate.
Lo studente, sostenuti tutti gli esami e acquisiti i CFU previsti nel piano di studi, può accedere all'esame finale. L'esame finale consiste nella presentazione e discussione di una Tesi redatta in forma originale ed inedita.
Il percorso formativo è ad accesso programmato annualmente su base nazionale, così come disposto dagli Art. 1 e 3 della legge 2 agosto 1999, n. 264.
L'immatricolazione può essere effettuata previo superamento di un test. Il numero degli studenti ammissibili al I anno di corso è definito ogni anno in base alla rilevazione da parte dell'Ateneo della disponibilità di personale docente, di strutture didattiche e di strutture assistenziali utilizzabili per lo svolgimento del progetto di tirocinio, nonché in base delle esigenze manifestate dalla Regione e dal Ministero competente in ordine al fabbisogno di personale sanitario della Classe.
I laureati magistrali saranno in possesso di competenze avanzate in ambito assistenziale, educativo e preventivo finalizzate a rispondere ai bisogni di salute della popolazione in età pediatrica, adulta e geriatrica e a promuovere la qualità dei servizi socio-sanitari. In base alle conoscenze acquisite, i laureati saranno in grado di intervenire nella programmazione e gestione del Personale dell'area sanitaria, di rispondere alle esigenze della collettività, di sviluppare nuovi metodi di organizzazione del lavoro anche attraverso l'innovazione tecnologica ed informatica, di pianificare ed organizzare interventi pedagogico-formativi alla luce degli standard operativi definiti dall'Unione Europea.
Svilupperanno inoltre un approccio integrato ai problemi organizzativi e gestionali delle professioni sanitarie, grazie alla padronanza di tecniche e procedure del management sanitario, nel rispetto delle proprie ed altrui competenze. Le conoscenze acquisite consentiranno loro anche di intervenire nei processi formativi e di ricerca.
Per ampliare la prospettiva degli studenti ad una visione europea ed internazionale dei temi trattati, il percorso formativo prevede il raggiungimento del livello B2 di conoscenza della lingua inglese, secondo il Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue (QCER).
Il possesso di una certificazione può dare origine ad una convalida dell'insegnamento.
Gli sbocchi professionali del laureato magistrale sono:
- dirigenza nelle strutture sanitarie (organizzazione/supervisione delle strutture ed erogazione dei servizi in un'ottica di efficacia) ai sensi della Legge del 10 Agosto 2000, n°251 e della legge 43/2006;
- il ruolo di Direttore delle attività didattiche professionalizzanti nei Corsi di Laurea di I livello in ambito sanitario, per il quale è previsto il possesso della Laurea Magistrale, ai sensi del Decreto del 19 febbraio 2009 del Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali, sulla 'Determinazione delle classi delle lauree universitarie delle professioni sanitarie' e della nota Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca dell'8 maggio 2013;
- ruolo di Docente a contratto nei Corsi di Laurea sanitari, per il quale è previsto il possesso della Laurea Magistrale, ai sensi della nota MIUR dell'8 maggio 2013;
- incarichi di ricerca nell'ambito di competenza presso strutture, Enti e Istituti di Ricerca pubblici e privati.

 

Profilo professionale e sbocchi occupazionali

Specialisti in scienze sanitarie riabilitative

Funzione in un contesto di lavoro:
Le principali funzioni del laureato magistrale nella classe LM/SNT2 e le competenze relative sono rappresentate dalla dirigenza nelle strutture sanitarie (organizzazione/supervisione delle strutture ed erogazione dei servizi in un ottica di efficacia), l'insegnamento universitario, la formazione permanente, la ricerca nell'ambito di competenza. Il corso prepara alla professione di Specialisti in scienze sanitarie riabilitative, alla attività di docenza e formazione in contesti clinici, accademici e di ricerca e permette di accedere al ruolo di Tutor/ Coordinatore della didattica professionale dei CDS della stessa classe.

Competenze associate alla funzione:
Il laureato magistrale avrà acquisito le seguenti competenze:
• applicare le conoscenze di base delle scienze pertinenti alla specifica figura professionale necessarie per assumere decisioni relative all’organizzazione e gestione dei servizi sanitari erogati da personale con funzioni riabilitative dell’area medica, all’interno di strutture sanitarie di complessità bassa, media o alta;
• utilizzare le competenze di economia sanitaria e di organizzazione aziendale necessarie per l’organizzazione dei servizi sanitari e per la gestione delle risorse umane e tecnologiche disponibili, valutando il rapporto costi/benefici;
• supervisionare specifici settori dell’organizzazione sanitaria per la riabilitazione;
• utilizzare i metodi e gli strumenti della ricerca nell’area dell’organizzazione dei servizi sanitari;
• applicare e valutare l’impatto di differenti modelli teorici nell’operatività dell’organizzazione e gestione dei servizi sanitari;
• programmare l’ottimizzazione dei vari tipi di risorse (umane, tecnologiche, informative, finanziarie) di cui dispongono le strutture sanitarie di bassa, media e alta complessità;
• progettare e realizzare interventi formativi per l’aggiornamento e la formazione permanente afferente alle strutture sanitarie di riferimento;
• sviluppare le capacità di insegnamento per la specifica figura professionale nell’ambito delle attività tutoriali e di coordinamento del tirocinio nella formazione di base, complementare e permanente;
• comunicare con chiarezza su problematiche di tipo organizzativo e sanitario con i propri collaboratori e con gli utenti;
• analizzare criticamente gli aspetti etici e deontologici delle professioni dell’area sanitaria, anche in una prospettiva di integrazione multi-professionale.

Sbocchi occupazionali:

• dirigenza nelle strutture sanitarie (organizzazione/supervisione delle strutture ed erogazione dei servizi in un'ottica di efficacia) ai sensi della Legge del 10 Agosto 2000, n°251 e della legge 43/2006;
• il ruolo di Direttore delle attività didattiche professionalizzanti nei Corsi di Laurea di I livello in ambito sanitario, per il quale è previsto il possesso della Laurea Magistrale, ai sensi del Decreto del 19 febbraio 2009 del Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali, sulla "Determinazione delle classi delle lauree universitarie delle professioni sanitarie" e della nota Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca del 8 maggio 2013;
• ruolo di Docente a contratto nei Corsi di Laurea sanitari, per il quale è previsto il possesso della Laurea Magistrale, ai sensi della nota MIUR dell'8 maggio 2013;
• incarichi di ricerca nell'ambito di competenza presso strutture, Enti e Istituti di Ricerca pubblici e privati.

 
 
 
+ Info dalla Facoltà
 
Scheda Unica Annuale

La SUA contiene tutte le informazioni di dettaglio sul corso; è uno strumento attraverso il quale il corso ottiene l’accreditamento ministeriale.

 

 
Regolamento didattico del corso