UNIVPM sostenibile

 
logo banner
 
 

A partire dal 1987 il termine “sviluppo sostenibile” è diventato centrale, cioè da quando Gro Harlem Brundtland, medico norvegese che presiedeva la Commissione Ambiente e Sviluppo delle Nazioni Unite, fece questa dichiarazione: “L’umanità ha la possibilità di rendere sostenibile lo sviluppo, cioè di far sì che esso soddisfi i bisogni dell’attuale generazione senza compromettere la capacità delle generazioni future di rispondere ai loro”.

 

L’Università Politecnica delle Marche fa proprio questo messaggio e mettendo a sistema politiche e attività già in essere nei diversi ambiti della sostenibilità, promuove il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità. Inoltre, a seguito di un accordo con l’Associazione Marevivo e il Conisma, la CRUI Conferenza dei Rettori delle Università Italiane ha deciso di sostenere l’iniziativa #StopSingleUsePlastic, in linea con le attuali posizioni del Parlamento europeo e della proposta legislativa della Strategia Europea per la plastica che, se approvata in via definitiva, vieterà a partire dal 2021 la vendita di moltissimi articoli in plastica monouso. Oltre che farsi carico di un’azione divulgativa per limitare l’utilizzo di plastiche monouso nelle sedi Universitarie nazionali, la CRUI suggerisce e sostiene una serie di azioni concrete che i singoli Atenei potrebbero iniziare ad adottare, integralmente o in parte.

 

 
logo banner
 
 
borraccia

Quali sono gli impegni di sostenibilità della Politecnica?

L’Ateneo ha nel suo DNA l’attenzione alla sostenibilità, nella consapevolezza del ruolo che riveste nella formazione delle future generazioni. In questo contesto, ha creato e intende promuovere il progetto “Univpm Sostenibile” come contenitore di iniziative finalizzate alla sostenibilità.

 

La Politecnica, in particolare, intende fornire durante eventi dedicati agli studenti borracce in metallo per disincentivare l’uso delle bottiglie di plastica (gli interessati potranno prenotarsi in area riservata), saranno installati dei dispenser di acqua nelle aree ristoro, saranno installate macchine del caffè con bicchieri di carta e con l’opzione “senza erogazione del bicchiere”, incentivando l’utilizzo di tazze personali. In queste aree, grazie ai nostri ricercatori, sarà possibile attraverso “smart vending machine” monitorare il comportamento dei consumatori in relazione alla loro sensibilità sul tema sostenibilità al fine di migliorarne comportamenti ed accrescere l’educazione ambientale.

 

Verranno introdotti criteri di premialità sulle future gare di appalto dei servizi di ristorazione universitaria per chi abbandona l’utilizzo di plastica monouso (posate, piatti, bicchieri), diminuendo così la produzione di rifiuti plastici.

 

Saranno potenziate le azioni di paperless dopo la tesi dematerializzata si passerà all’adozione del libretto universitario dematerializzato. Inoltre sarà attiva una campagna di sensibilizzazione per la raccolta differenziata in ateneo e verranno adottate tutte le iniziative possibili per rendere evidente negli spazi universitari la problematica delle plastiche al fine di incentivare comportamenti virtuosi promuovere iniziative pubbliche per divulgare il problema delle plastiche nelle scuole e alla cittadinanza (es. progetti alternanza scuola-lavoro, notti della ricerca, festival delle scienze).  

 
 
Cosa puoi fare tu?
Ripensa
Rifiuta
Riusa
Le tue abitudini hanno un impatto sul mare
La plastica monouso di cui non hai bisogno
Porta con te borracce, borse e altri oggetti riutilizzabili
 
 
 
Ripara
Ricicla
Rispetta
Gli oggetti prima di buttarli
Getta negli appositi contenitori
Il mare è un patrimonio di tutti
 
Cosa Puoi Fare Tu?
 
 
 
ricercatrice in una nave di ricerca

La ricerca

L’Università Politecnica delle Marche è da anni in prima linea nella ricerca scientifica sull’impatto delle microplastiche negli oceani con il lavoro svolto dal Dipartimento di Scienze delle Vita e dell’Ambiente.

 

Ha recentemente coordinato le attività di monitoraggio di un importante progetto europeo (http://www.jpi-oceans.eu/ephemare) e, in collaborazione con l’Istituto IAS del CNR di Genova, Greenpeace e la Fondazione Race 4 Water, ha confermato i livelli impressionanti di microplastiche presenti negli oceani e l’elevata frequenza con cui queste particelle si ritrovano nelle  comuni specie marine, comprese quelle di interesse commerciale. È evidente che le Università hanno un ruolo fondamentale anche nelle attività di formazione degli studenti, di supporto alla politica e di sensibilizzazione dell’opinione pubblica su questa importante problematica.

 
 
 

La classifica

La Politecnica sta lavorando molto su questo tema, nell’ultima classifica delle università più sostenibili del mondo è riuscita a guadagnare 74 posizioni. Si tratta del Ranking GreenMetric 2018. L’Università Politecnica delle Marche si posiziona al 273° posto a livello mondiale su 719 università che hanno partecipato (l'anno scorso l’Univpm era alla posizione n. 347).

 

La UI GreenMetric World University Ranking è un'iniziativa lanciata nel 2010 dall’Universitas Indonesia per premiare le università che contribuiscono a combattere il cambiamento climatico globale grazie alla riduzione della loro impronta di carbonio.

 

Gli eventi:

 

  • * Lunedì 13 maggio 2019 – Presentazione “Univpm Sostenibile”

    Il 13 maggio 2019 alle ore 11:00 in Aula Magna d’ateneo, nel Polo Monte Dago abbiamo presentato le prime azioni del progetto “Univpm sostenibile”.
    - Sauro Longhi rettore Univpm
    - Rosalba Valenti Direttrice Univpm
    - Maria Rapini Segretario Generale di Marevivo
    - Stefania Gorbi Delegata alla Sostenibilità Univpm
    - Pasquale La Serra Presidente del Consiglio Studentesco


  • *Giovedì 6 giugno "Unvipm Sostenibile: tappa a Fermo"

    Giovedì 6 giugno, alle ore 15:00, nelle sede di Fermo, in via Brunforte 47, in Aula Magna, è in programma un appuntamento organizzato in collaborazione con l’Ente Universitario del Fermano.
    Il Rettore Sauro Longhi ed il Sindaco della città Paolo Calcinaro distribuiranno agli studenti rispettivamente le borracce UNIVPM e le cards ricaricabili da utilizzare per l’erogazione dell’acqua nelle Case dell’Acqua dislocate in vari punti della Città.



  • *Lunedì 10 giugno "Univpm sostenibile: appuntamento alla Facoltà di Medicina"

    Lunedì 10 giugno, alle ore 14:00, in Aula Montessori della Facoltà di Medicina, in occasione dell'incontro con Fabrizio Benedetti, autore del libro "La speranza è un farmaco", saranno distribuite le borracce agli studenti.