Cluster Tecnologici Nazionali 2012

 
 

I Cluster tecnologici nazionali sono stati attivati in seguito al Decreto Direttoriale n. 257 del 30 maggio 2012, dal titolo “Avviso per lo sviluppo e il potenziamento di cluster tecnologici nazionali” ed emanato dal MIUR, nel quale si definiscono otto aree strategiche per lo sviluppo tecnologico del Paese, attribuendo un finanziamento superiore a 400 milioni di euro attraverso un bando competitivo.


I Cluster tecnologici nazionali sono:

 


Cluster CFI – Fabbrica Intelligente: il Cluster Tecnologico Nazionale Fabbrica Intelligente si pone l’obiettivo di sviluppare e attuare una strategia basata sulla ricerca e sull’innovazione in grado di consolidare e incrementare i vantaggi competitivi nazionali e, al contempo, di indirizzare la trasformazione del settore manifatturiero italiano verso nuovi sistemi di prodotto, processi/tecnologie, sistemi produttivi, coerentemente con le agende strategiche dell’Unione Europea per la ricerca e l’innovazione.L'Università Politecnica delle Marche partecipa al Cluster Fabbrica Intelligente in qualità di socio sostenitore. UNIVPM è Socio sostenitore del Cluster Fabbrica Intelligente


Cluster TAV Tecnologie per gli Ambienti di Vita: Il cluster “Tecnologie per gli Ambienti di Vita” si pone l’obiettivo di sviluppare tecnologie e soluzioni le cui ricadute interessano principalmente due aspetti essenziali della società e dell’economia, italiana ed europea: il crescente invecchiamento della popolazione e gli aspetti energetici e di sicurezza negli spazi abitativi. Dal punto di vista del contesto sociale, la motivazione principale dell'attività del cluster TAV è nel cambiamento demografico e, specificamente, nel crescente invecchiamento della popolazione. Ciò implica non solo sfide, ma anche opportunità per i cittadini, i sistemi sociali e sanitari, nonché l'industria e il mercato europeo. L'Università Politecnica delle Marche partecipa al Cluster TAV in qualità di socio ordinario.


Cluster CLAN Agrifood: il Cluster CL.A.N. nasce per incrementare e promuovere la competitività della filiera agroalimentare, attraverso lo stimolo dell’innovazione, l’accesso e la valorizzazione dei risultati delle attività di ricerca scientifica, la collaborazione tra ricerca, imprese, istituzioni ed amministrazione pubblica. L'Università Politecnica delle Marche partecipa al Cluster CLAN in qualità di socio ordinario.


Cluster Smart Communities: il Cluster Tecnologico Nazionale SmartCommunitiesTech è una rete nazionale di attori territoriali, industriali e di ricerca che collaborano e sviluppano progetti di innovazione per rispondere alle sfide sociali delle moderne comunità: dalla mobilità e sicurezza del territorio, all'efficienza energetica e sostenibilità ambientale, dall'amministrazione digitale ai temi legati alla qualità della vita come istruzione e formazione, cultura e turismo, salute e benessere. L'Università Politecnica delle Marche partecipa al Cluster Smart Communities in qualità di socio ordinario.


Cluster CTNA Aerospazio: il CTNA identifica la necessità di assicurare il posizionamento della industria aerospaziale italiana ai livelli più alti e importanti in Europa, sia nel settore aeronautico, con la sfida di realizzare un "sistema di trasporto smart", eco-sostenibile ed integrato, sia nella ricerca spaziale rivolta allo sviluppo, salvaguardia e mantenimento del ruolo di leadership nelle tecnologie abilitanti.


Cluster Alisei Scienza della Vita: il Cluster Nazionale Scienza della vita ALISEI (Advanced Life Science in Italy) è la risposta concreta “made in Italy” alla domanda di ricerca e innovazione tecnologica nel settore biomedicale e farmaceutico.


Cluster della Chimica Verde SPRING: il Cluster Tecnologico Nazionale della “Chimica Verde” SPRING (Sustainable Processes and Resources for Innovation and National Growth) si pone l’obiettivo di incoraggiare lo sviluppo delle bioindustrie in Italia attraverso un approccio olistico all’innovazione, volto a rilanciare la chimica italiana sotto il segno della sostenibilità ambientale, sociale ed economica. L’intento è quello di stimolare la ricerca e gli investimenti in nuove tecnologie, in costante dialogo con gli attori del territorio, e di perseguire i più recenti orientamenti dell’Unione Europea nel campo della bioeconomia.


Cluster Trasporti Italia 2020: il Cluster Tecnologico Nazionale “Trasporti Italia 2020” (CTN Tra.IT2020) è un’associazione riconosciuta dal MIUR come riferimento per il settore dei mezzi e dei sistemi per la mobilità di superficie terrestre e marina. Il Cluster raggruppa i maggiori attori nazionali, industriali e scientifici, che operano nella mobilità su gomma, su rotaia, su vie d’acqua e nell’intermodalità, con l’obiettivo di creare sinergie tra le diverse filiere e individuare le traiettorie future di ricerca e innovazione del settore trasporti di superficie. In particolare l’associazione intende sviluppare l’attitudine verso un approccio di sistema che miri alla valorizzazione delle eccellenze “Made in Italy”.